Restiamo a casa, no ai tentennamenti. Il Campidoglio prenda misure ferme e imponga più controlli

Roma, 17 marzo 2020 – “Restiamo a casa. La prossima settimana sarà probabilmente decisiva per capire se le restrizioni prese in questi giorni si stiano rivelando efficaci oppure no. Il picco non è stato ancora raggiunto, le comunicazioni che arrivano dalla Regione Lazio, che sta predisponendo nuovi presidi ospedalieri dedicati sono molto chiare in questo senso: le limitazioni alla circolazioni e la chiusura delle scuole potrebbero protrarsi ben oltre il 3 aprile. Ora dipende da noi. Se vogliamo che le restrizioni imposte abbiano effetto e non siano state vane, dobbiamo restare a casa. Per l’incolumità di tutti. La superficialità di pochi soggetti può avere ricadute non trascurabili sull’intera collettività e soprattutto sulle persone più fragili. Il Campidoglio si deve impegnare con fermezza e rigore nel segnalare i rischi e il pericolo se non si resta a casa e imporre più controlli e accertarsi che i romani rispettino le regole imposte dal decreto #iorestoacasa”.

Queste le parole contenute in una nota congiunta dei 4 minisindaci di centro-sinistra Sabrina Alfonsi, Presidente del I Municipio, Francesca Del Bello, Presidente del II Municipio, Giovanni Caudo, Presidente del III Municipio e Amedeo Ciaccheri, Presidente del VIII Municipio.