TMB Salario, Caudo: “Cattivi odori prova della dismissione dell’impianto”

Roma, 10 settembre 2019 – “A seguito delle numerose segnalazioni ricevute anche oggi da parte di molti cittadini preoccupati per la recrudescenza dei cattivi odori provenienti dall’impianto TMB Salario, abbiamo chiesto ad AMA e fatto un sopralluogo e abbiamo potuto constatare che il lavoro di normalizzazione dell’area procede e che la ragione della puzza è dovuta alla movimentazione e allo svuotamento delle 5000 tonnellate di FOS (la frazione organica stabilizzata) ancora presente – è rimasta li dal giorno dell’incendio- e per la quale finalmente è stata eseguita la caratterizzazione e individuato il tipo di collocazione in discarica”. Queste le parole di Giovanni Caudo, Presidente del III Municipio, in una nota.

“Gli odori sono quindi la prova – puntualizza – che il lavoro di dismissione prosegue e che siamo, di fatto, all’ultimo atto di questa vicenda, sulla via della normalizzazione e della rinascita definitiva di quest’area. La nuova gestione di AMA prosegue nel dare seguito agli impegni presi. Nei prossimi giorni sapremo anche l’esito della procedura di revoca dell’AIA: il 2 settembre sono scaduti i 30 giorni della procedura avviata dalla Regione”.