Lettera di AMA atto di accusa contro il Campidoglio

“I  cittadini si riprendano la parola”

Roma, 1 ottobre 2019- ” Le sei pagine con cui il CdA di AMA, nominato dalla stessa sindaca appena 104 giorni fa, ha comunicato alla sindaca le sue dimissioni sono un vero e proprio atto di accusa contro l’amministrazione Capitolina. La sindaca e il suo assessore alle partecipate hanno il dovere istituzionale di chiarire presto, e punto per punto, il contenuto di una lettera che svela atteggiamenti incomprensibili da parte del socio unico di una società al 100% pubblica.” Cosi commenta Giovanni Caudo, Presidente del III municipio, in una nota.

“Ora basta giocare sulla pelle dei romani, la situazione della raccolta dei rifiuti è drammatica, la città è sporca e si rischia la salute. Nel silenzio assordante di chi è responsabile di questi anni di malgoverno ai cittadini non resta che riprendersi la parola, non è un destino che Roma debba sottostare a questo declino inesorabile e per molti versi a quanto pare voluto e cercato” conclude, infine Caudo.