Inaugurati i pontili sull’Aniene. Caudo: piccolo intervento dal grande significato

Roma, 22 giugno 2019 – “Riavvicinare i cittadini all’Aniene, restituendolo alla città come luogo di incontro, di pace e di relax. Il fiume, spesso considerato il ‘retro’ del contesto urbano, dove si può arbitrariamente scaricare l’immondizia e dove la percezione della sicurezza è stata per tanto tempo ai minimi, tornerà ad essere un posto in cui è possibile stare bene, sedendosi, passeggiando o leggendo un libro. E’ questo il senso dei due pontili che qui inauguriamo oggi. Non sarà l’unica iniziativa finalizzata a migliorarne la fruizione. Poiché è proprio questa, la fruizione, e la possibilità di vivere liberamente un contesto, la vera cifra della sicurezza”. Queste le parole di Stefano Sampaolo, Assessore all’urbanistica del III Municipio, nel corso della manifestazione Aniene in Terzo, organizzata per l’inaugurazione di due pontili sull’Aniene, che ha avuto luogo questa sera dalle 17:30.

I partecipanti all’evento hanno costeggiato il corso del fiume Aniene, a piedi e in bicicletta, da Ponte Nomentano fino al Parco delle Valli. Grazie ai volontari dell’Uisp – sport per tutti -alcuni cittadini, poi, hanno potuto esplorare il fiume a bordo di un gommone godendo di una prospettiva della città inusuale. Nel corso dell’incontro è stata varata anche la App “Aniene in Terzo” prodotta con il concorso di alcune associazioni e con le scuole del territorio. La manifestazione è stata realizzata nell’ambito del progetto Aniene Sicuro,ereditato dalla precedente amministrazione, e finanziato dalla Regione Lazio.

“Un piccolo intervento dal grande significato: svelare i luoghi belli della città – ha concluso il Presidente del III Municipio, Giovanni Caudo – E l’Aniene è tra i piu belli e sconosciuti. Due pontili, una spiaggetta e ti metti in sintonia con la natura dentro la città”.