Casa dei diritti e delle differenze: un atto politico ostile nei confronti del Presidente del III Municipio

Roma 20 giugno 2019 – “Da oggi il Municipio III ha una Casa dei Diritti e delle Differenze di Genere, sarà in via Rovetta, nel quartiere Talenti, ci abbiamo lavorato mesi, prima fra tutti l’assessora Claudia Pratelli a cui va il mio ringraziamento per la tenacia e la pazienza. Lì saranno offerti dal municipio i servizi sociali dedicati alle politiche di genere, alcuni  servizi del consultorio offerti dall’ASL Rm1, saranno inoltre ospitati progetti di cooperative e associazioni a sostegno delle donne, dei minori e dell’inclusione. Ma avrebbe dovuto essere anche un luogo aperto a incontri per favorire una Rete territoriale per le politiche che riguardano questi temi. Tuttavia, la maggioranza del Consiglio, con una parte dei consiglieri del Pd che ha votato insieme alla Lega di Salvini e Fratelli d’Italia e ha modificato con un emendamento il contenuto della delibera, votando in difformità palese con il voto del Presidente del municipio”. Queste le amare parole di Giovanni Caudo, Presidente del III Municipio, in una nota.

“E’ l’ulteriore dimostrazione dell’atteggiamento proprio di chi intende la politica in modo asfittico, non in grado di accogliere il bisogno di prendere parola, di partecipazione e di coinvolgimento che si respira nella Città. Si tratta di un atto politico ostile nei confronti del Presidente e della sua Giunta”, ha concluso Caudo.